fbpx

Alimenti legati ad una migliore capacità cerebrale

Alimenti legati ad una migliore capacità cerebrale
14 Luglio 2020 sifaformazione_admin
In Blog, Nutrizione

Introduzione

 

Alcuni alimenti in questo schema generale sono particolarmente ricchi di componenti salutari come acidi grassi omega-3, vitamine del gruppo B e antiossidanti, che sono noti per supportare la salute del cervello.
Incorporare molti di questi alimenti in una dieta sana ed equilibrata può migliorare la salute del nostro cervello, mantenendo vive le capacità cerebrali.
È bene sottolineare che la ricerca mostra che i migliori alimenti per il cervello sono gli stessi che proteggono il cuore e i vasi sanguigni, tra cui:
  • Verdure a foglia verde. Le verdure a foglia verde come cavoli, spinaci, cavoli e broccoli sono ricchi di nutrienti salutari per il cervello come vitamina K, luteina, acido folico e beta carotene. La ricerca suggerisce che questi alimenti a base vegetale possono aiutare a rallentare il declino cognitivo.
  • Pesce grasso. I pesci grassi sono fonti abbondanti di acidi grassi omega-3, grassi sani insaturi che sono stati collegati a livelli ematici inferiori di beta-amiloide, la proteina che forma grumi dannosi nel cervello delle persone con malattia di Alzheimer. È consigliato quindi assumere pesce almeno due volte a settimana e se il pesce è un alimento non gradito sarebbe necessario prendere un integratore di omega-3 oppure  scegliere altre fonti di omega-3  come semi di lino, avocado e noci.
  • Frutti di bosco. I flavonoidi, i pigmenti vegetali naturali che danno alle bacche le loro tonalità brillanti, aiutano anche a migliorare la memoria. In uno studio del 2012 pubblicato su Annals of Neurology, i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Harvard hanno scoperto che le donne che consumavano due o più porzioni di fragole e mirtilli ogni settimana ritardavano il declino della memoria fino a due anni e mezzo.
  • Tè e caffè. La caffeina del caffè ma anche il tè che in media tutti consumiamo al mattino potrebbe offrire più di un semplice aumento della concentrazione a breve termine. In uno studio del 2014 pubblicato su The Journal of Nutrition, i partecipanti con un consumo maggiore di caffeina hanno ottenuto risultati migliori nei test della funzione mentale e si è visto anche che la caffeina potrebbe anche aiutare a consolidare nuovi ricordi. Gli investigatori della Johns Hopkins University hanno chiesto ai partecipanti di studiare una serie di immagini e quindi assumere un placebo o una compressa di caffeina da 200 milligrammi. Altri membri del gruppo della caffeina sono stati in grado di identificare correttamente le immagini il giorno seguente.
  • Noci. Le noci sono eccellenti fonti di proteine ​​e grassi sani in grado di  migliorare la memoria. Uno studio del 2015 dell’UCLA ha collegato un maggiore consumo di noci a risultati migliori nei test cognitivi. Le noci sono ricche di un tipo di acido grasso omega-3 chiamato acido alfa-linolenico (ALA), che aiuta a ridurre la pressione sanguigna e protegge le arterie, questo significa che va bene sia per il cuore che per il cervello.
Concludendo, nessun singolo cibo può assicurare una totale capacità cerebrale anche quando  l’età comincia ad avanzare ma i  nutrizionisti sottolineano che la strategia più importante è seguire un modello dietetico sano che includa molta frutta, verdura, legumi e cereali integrali.
È necessario quindi cercare di ottenere proteine ​​da fonti vegetali e pesci e scegli grassi sani, come l’ olio extravergine d’oliva , piuttosto che grassi saturi.

 

Dott. Fabrizio D’Agostino

Chinesiologo
Biologo Nutrizionista
Master in Medicina cellulare
Master in dietetica e medicina dello sport

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

{"cart_token":"","hash":"","cart_data":""}