I preziosi BCAA - Sifa Formazione

I preziosi BCAA

I preziosi BCAA
19 Febbraio 2021 Fabrizio D'Agostino
In Blog, Fitness, Nutrizione

Gli aminoacidi ramificati, meglio conosciuti come BCAA o Branched Chain Aminoacids, sono tra i
più noti aminoacidi costituenti la catena polipeptica.
Essi sono tre, leucina, valina e isoleucina, e vengono così chiamati per via delle ramificazioni
presenti nelle loro strutture.
Si tratta di aminoacidi essenziali, che devono perciò essere garantiti all’organismo in primo lungo
attraverso l’alimentazione e, qualora essa non dovesse essere sufficiente, attraverso opportuna
integrazione.
La loro importanza è legata al ruolo che essi rivestono nella sintesi proteica e, di conseguenza,
nella costruzione muscolare: una carenza di BCAA si è dimostrata determinante per l’avvio del
processo catabolico e per la diminuzione del contenuto proteico nel muscolo.
Rispetto agli altri aminoacidi, i BCAA hanno la particolarità di non subire trasformazione a livello
epatico: infatti, in seguito a un pasto proteico, essi vengono assorbiti nell’intestino, passano nel
fegato e di qui vanno direttamente in circolo, giungendo ai vari organi e in particolare al muscolo.
Essendo la valina e l’isoleucina aminoacidi neoglucogenici, in grado cioè di essere convertiti in
glucosio, ed essendo invece la leucina un aminoacido chetogenico, in grado di produrre corpo
chetonici dai quali l’organismo può ricavare energia, in definitiva i BCAA nel muscolo possono
essere ossidati a scopo energetico e/o impiegati per la sintesi proteica.
Inoltre, contrastando il passaggio di triptofano nel cervello, i BCAA sono utili nella riduzione della
fatica post-esercizio. Numerosi studi negli anni hanno evidenziato il loro ruolo nel miglioramento
della concentrazione, delle performance atletiche e nella riduzione della perdita di massa
muscolare durante l’attività fisica.
Essi infatti presentano un’azione anti-catabolica e di risparmio dei substrati proteici.

L’importanza della leucina

In natura, i tre BCAA, in ordine leucina, valina e isoleucina, si trovano in rapporto 2:1:1 e
attualmente a livello commerciale è possibile reperire diversi tipi di integratori di BCAA, a seconda
proprio del rapporto esistente. Benché i rapporti possano differire, quello che è certo è che la
leucina è tra i tre quello presente sempre in maggiore quantità.
Questo perché è proprio ad essa che si deve la più spiccata attività anabolica: la leucina infatti
stimola fortemente la sintesi proteica e di conseguenza la crescita muscolare mediante segnali che
coinvolgono mTOR, via di segnalazione estremamente importante per il metabolismo energetico.
Essa infatti è coinvolta nella regolazione del bilancio energetico, nei meccanismi di controllo
dell’appetito e, ovviamente, nella sintesi proteica.
La leucina è in grado di attivare mTOR sia direttamente sia indirettamente: infatti, essendo mTOR
regolata anche da una serie di ormoni fra cui l’insulina, la leucina, stimolando la secrezione di
insulina, agirà proprio su mTOR.
Attenzione però. Sebbene la leucina abbia una certa rilevanza, è bene sottolineare che i BCAA
lavorano insieme; in altre parole, essi hanno bisogno l’uno dell’altro per la corretta costruzione
muscolare e ai fini della regolazione dei processi anabolici e catabolici,

Infatti, troppa leucina creerà degli squilibri nelle concentrazioni di valina e isoleucina e potrebbe
determinare una loro degradazione: dunque, l’indicazione resta sempre quella di considerare un
rapporto bilanciato dei tre amminoacidi.

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Call Now Button