fbpx

Bacche di goji: piccoli, ma grandi alleati per la nostra salute

Bacche di goji: piccoli, ma grandi alleati per la nostra salute
15 Luglio 2020 sifaformazione_admin
In Blog, Nutrizione

Introduzione

I frutti di Lycium barbarum, appartenenti alla famiglia Solanaceae, comunemente noti come bacche di goji, sono stati utilizzati nella medicina tradizionale cinese per secoli.

Lycium Barbarum cresce in Cina, Tibet e in altre parti dell’Asia e i suoi frutti sono bacche lunghe 1-2 cm e rosso arancio, le bacche di goji vengono raccolte in estate e in autunno. I frutti possono essere consumati freschi o essiccati e si trovano anche in prodotti alimentari convenzionali, come yogurt, succhi di frutta, cibi da forno, cioccolato e altri. Il processo di essiccazione ha lo scopo di rimuovere l’acqua dai prodotti alimentari al fine di prevenire il deterioramento microbico e le alterazioni chimiche, prolungando così la durata di conservazione, realizzando allo stesso tempo il risparmio di spazio e peso. Tradizionalmente, le bacche vengono essiccate all’ombra fino a quando la pelle si restringe e poi viene esposta al sole fino a quando la parte esterna diventa secca e dura, ma la polpa è ancora morbida. Il metodo di essiccazione del sole è economico, ma c’è il rischio di danni dovuti all’infestazione di polvere e insetti. Un’alternativa è l’essiccazione dell’aria calda. Oggi il mercato della frutta goji è significativamente in espansione a causa di una maggiore consapevolezza dei possibili benefici per la salute.

 

Bacche come superfood

Come tutti i frutti, essi contengono diversi nutrienti come complessi di polisaccaride, acidi organici, composti fenolici e antiossidanti con alta attività biologica. La fibra in esse contenuta fornisce diversi benefici per la salute, tra cui la riduzione del rischio di malattie coronariche, diabete, ipertensione, obesità, ictus e alcuni disturbi gastrointestinali. Studi recenti indicano che i polisaccaridi di Lycium barbarum possiedono una serie di attività biologiche, tra cui proprietà antiossidanti. I frutti di Goji ne costituiscono una grande varietà come l’acido ascorbico, diversi carotenoidi e alti livelli di composti fenolici. I carotenoidi sono un gruppo significativo di costituenti biologicamente attivi con proprietà di promozione della salute, oltre che responsabili del colore di un’ampia varietà di alimenti. Il colore rosso-arancio dei frutti l.barbarum deriva proprio da un gruppo di carotenoidi che costituiscono solo lo 0,03–0,5% del frutto. La zeaxantina è il carotenoide più abbondante nelle bacche del goji.  Si tratta di un pigmento giallo, il quale, una volta ingerito, si accumula nei tessuti grassi, ma soprattutto nella macula, una regione della retina, contribuendo a proteggerla dalla degenerazione, che può essere indotta da un’eccessiva esposizione al sole (luce UV) e da altri processi ossidativi. Le Bacche di Goji sono anche una fonte estremamente ricca di molti minerali essenziali, fondamentali per molte azioni nel corpo, come la contrazione muscolare, il ritmo cardiaco normale, la conduzione dell’impulso nervoso, il trasporto di ossigeno, la fosforilazione ossidativa, l’attivazione enzimatica, il sistema immunitario, la salute ossea e l’equilibrio acido-base del sangue.  Negli ultimi anni, le bacche di goji sono state coltivate in Italia e sono disponibili sia come frutta fresca, sia secca (Fig.1).

Fig.1: contenuto di minerali delle bacche di goji, frutta fresca e secca a confronto.

 

Indagine in vivo ed effetti benefici

Uno studio riportato dalla letteratura scientifica, ha dimostrato che, rispetto a un gruppo di controllo del placebo, il consumo giornaliero di succo a base di bacche di goji per 14 giorni produce cambiamenti significativi nella valutazione soggettiva delle sensazioni di benessere generale, in quanto migliora le prestazioni neurologiche e psicologiche e la regolarità gastrointestinale. Questi effetti significativi sono coerenti con diversi studi sperimentali effettuati in vitro e in vivo. È stato dimostrato in topi, inoltre, che un LBP purificato aumenta l’adattabilità a un carico di esercizio per migliorare la resistenza all’affaticamento e per accelerare l’eliminazione dell’acido lattico. Lo studio ha anche scoperto che LBP ha migliorato lo stoccaggio del glicogeno muscolare ed epatico, ha aumentato l’attività della lattato deidrogenasi (LDH). Nell’area psicologica e neurologica, l’estratto da L. barbarum ha dimostrato di avere effetti sul cervello e sulla funzione neuronale, come neuroprotettore. In realtà, L. barbarum è tradizionalmente considerato dalla medicina tradizionale asiatica, prezioso per avere effetti anti-invecchiamento. Inoltre, LBP può essere elaborato come prebiotici nel tratto gastrointestinale, contribuendo ad aumentare la regolarità migliorando la qualità e la quantità di microflora intestinale.

Conclusioni

Per i motivi sopra riportati, le bacche di goji sono spesso proposte come alimenti funzionali e sono state incluse nella nuova categoria di “superfrutti” o “superalimenti”, ovvero i cosiddetti superfood.  Nel mercato degli alimenti funzionali, i prodotti destinati alla salute e al benessere sistemico hanno spinto l’industria alimentare ad aumentare la ricerca e lo sviluppo di questi nuovi alimenti, delineando un mercato in rapida espansione in diversi paesi.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Call Now Button
{"cart_token":"","hash":"","cart_data":""}